Chi siamo

 

Sguardi in Camera è un’associazione di promozione sociale.

Siamo nati per proseguire  nel progetto di recupero e valorizzazione della memoria storica, sociale e visiva, a partire dalle pellicole nei formati amatoriali 8mm, Super8, 16mm, 9,5mm, che tanto successo ha avuto nel territorio di Ravenna.

La nostra storia ha inizio nel 2016, con un progetto presentato al Comune di Ravenna che ha ottenuto i finanziamenti nei Piani di zona triennali, intitolato “Sguardi in camera: Ravenna nei film di famiglia e amatoriali”. In nove mesi di lavoro, partendo da un bando di raccolta pubblico rivolto alla cittadinanza,  numerosi incontri con i cine-amatori che hanno consegnato i loro materiali, una serie di iniziative pubbliche (la partecipazione alla Prima e alla Seconda Conferenza Italiana di Public History, l’organizzazione dell’Home Movie Day – la giornata internazionale del film di famiglia) la cittadinanza ha partecipato attivamente al progetto. Infine per rendere pubblico una parte dei risultati raggiunti, si è organizzato un importante evento finale: una mostra di fotografie e proiezioni alla Manica Lunga della Biblioteca Classense. I risultati ottenuti sono stati importanti:   847 bobine raccolte (8mm, super8 e 16mm), 69 famiglie coinvolte, per un totale di 150 ore di materiale in pellicola, 65 incontri e interviste con i donatori nei 2 mesi di campagna di raccolta. Agli eventi organizzati hanno partecipato in media 150 persone e la mostra ha registrato 1180 presenze effettive.

Sguardi in camera collabora stabilmente con l’Archivio nazionale del cinema di famiglia, prima realtà italiana che a livello nazionale si occupa di raccogliere, conservare e salvaguardare i supporti originali del cinema familiare, valorizzandoli e rendendoli nuovamente fruibili tramite il trasferimento in digitale e attraverso un accurato lavoro di archiviazione, catalogazione e raccolta delle testimonianze.

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali per mezzo della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna e su proposta della Soprintendenza archivistica per l’Emilia-Romagna, ha dichiarato l’ArchivioNazionale del Film di Famiglia di interesse storico particolarmente importante (decreto del 22 marzo 2011), notificando ufficialmente il valore dell’archivio, che riscoprendo questi nuovi materiali ne sottolinea il carattere specifico di reperti della memoria privata e di sguardi individuali sulla propria epoca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: